Foglietto illustrativo

I nostri cuscini naturali aumentano le loro proprietà terapeutiche se vengono raffreddati o scaldati e quindi utilizzandoli in termoterapia o crioterapia.


La Termoterapia è un rimedio che sfrutta il calore come strumento terapeutico. E’ una pratica molto antica, descritta la prima volta in una pergamena egiziana nel 3000 a.C. ed utilizzata successivamente anche dai Greci e dai Romani.
E’ conosciuta soprattutto nel trattamento di spasmi e dolori muscolari localizzati: strappi, tensioni muscolari, torcicollo, mal di schiena, contratture, distorsioni e stiramenti ma si è dimostrata altrettanto utile nella cura della dismenorrea (ciclo mestruale doloroso).
In queste condizioni, il calore agisce in modo diretto donando un immediato sollievo e svolgendo un'azione vasodilatatoria, analgesica e decontratturante.
L'applicazione del calore sull'area interessata (grazie alla vasodilatazione che ne consegue) apporta maggiore ossigeno e nutrienti ai tessuti, aumentando inoltre la capacità di eliminazione di cataboliti e tossine, riducendo sia lo spasmo che la rigidità delle articolazioni e facilitando il rilassamento muscolare. Ciò comporta anche un aumento dell'elasticità del collagene presente su tendini, muscoli e articolazioni.

Modalità: riscalda il cuscino in microonde per 2 minuti a 500w, in forno tradizionale per 5 minuti a 150 gradi o semplicemente lascialo sul termosifone in inverno.

Il termine Crioterapia, che deriva dal greco antico, significa “cura con il freddo” ed anche essa ha origini antichissime: le proprietà terapeutiche del freddo, infatti, sono note sin dai tempi più remoti.
Oggi, la terapia del freddo, possiede applicazioni molto vaste e complesse ma
l'applicazione del ghiaccio in seguito a traumi e disturbi dell'apparato muscolo scheletrico può esserne intesa la forma più semplice.
L'utilizzo del freddo nelle contusioni e nei traumi muscolo-scheletrici aiuta a diminuire la percezione del dolore, grazie all'effetto analgesico determinato dall'ipotermia della pelle che impedisce la trasmissione degli impulsi dolorosi. Il freddo è utilizzato per alleviare il gonfiore grazie all'effetto antiedemigeno che impedisce lo stravaso di sangue nei tessuti. Inoltre, dato che i muscoli non riescono a rimanere contratti a temperature basse, i cuscini assumono un’azione antispastica e miorilassante.

Modalità: riponi il cuscino in un sacchetto di carta in freezer, dalle 2 alle 4 ore.
 

Per la cura e la pulizia dei nostri cuscini, ti consigliamo di cospargerli di bicarbonato, lasciarlo agire e spazzolare delicatamente fino ad eliminare ogni residuo.